Gordon Link

Il Portale dell Alimentazione e della Salute dal 1999

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Prostatite e rimedi naturali
E-mail Stampa PDF

Prostatite: come sconfiggere definitivamente la prostatite e vivere in salute!

 

 

Definizione prostatite :


Al di là delle definizioni sui fastidi legati alla prostata (prostatite , prostatite sub acuta , prostatite giovanile, ipertrofia prostatica senile, prostatite cronica, prostatosi, prostatodinia fino alla cpps ovvero la sindrome dolorosa pelvica infiammatoria ne potremo trovare centinaia...), diciamoci la verità , se sei arrivato fino a qua, significa che hai capito una cosa : i medici ne sanno talmente poco di prostatite, che arrivano a relegarla quasi sempre ad una mera malattia psicosomatica.

 

Ora, mettiamo che fosse davvero psicosomatica, la soluzione sarebbe semplice : basta capire di non avere niente, che va tutto bene, non pensarci, e allora, voilà, guarito! Purtroppo non è così semplice : la prostatite, al di là della sintomatologia, che vedremo..., arriva all'improvviso, senza nemmeno bussare e presentarsi. Eh già, proprio una grande maleducata.


Dopo i fallimenti iniziali nell'affrontare i fastidi prostatici, spesso con dosi massicce di antibiotici e anti infiammatori (tipicamente ciproxin, bactrim forte, topster supposte ) rimane la domanda più importante :Ho la prostatite, che fare? come guarire dalla prostatite? Ci dovrò convivere per sempre o magari esistono cure e o rimedi naturali?

Intanto vediamo un aspetto importante : cosa la scatena?

A volte un trauma precedente, dovuto a stress da lavoro o incongruenze con la propria partner, spesso cattiva alimentazione, ancora da un ping pong di batteri in seguito ad un rapporto sessuale, o da problemi di intestino (Stitichezza? Malassorbimento?) che porta i batteri, attraverso l'uretra, ad arrivare fino alla prostata. E sono dolori.

Ho notato che una buona percentuale ha avuto o ha il varicocele, e in tantissimi hanno problemi alla colonna vertebrale e episodi pregressi di alopecia (un recente studio pubblicato su medline dimostra come c'e' una percentuale maggiore alla predisposizione alla prostatite da parte di chi ha perduto i capelli, ecco come mai alcuni prodotti possono fare bere alla salute dei capelli ed a quelli della prostata....).

Al di là di questo resta una cosa : c'e' la prostatite...E ora?

Tour de force tra medici, urologi, andrologi.....chi ti dice che non hai niente, chi ti da il viagra, chi ti bombarda di antibiotici anche per un mese di fila, chi ti fa fare una barca di esami....un urologo mi insospettì subito quando mi chiese da quale sito internet ero arrivato a lui...........

Poi ci sono quelli che hanno la prostatite abatterica, e , pur di trovare un' agente responsabile (che non esiste!), fanno il test della clamidia con pcr fino a che non trovano qualcosa. Ah.............ecco cosa era!!! Bombardamento di antibiotici...situazione come prima se non peggio di prima.

Ah dimenticavo....Quando l'andrologo o l'urologo, dopo lunghe cure antibiotiche, vi rivede arrivare con i soliti problemi irrisolti, ci sono statisticamente due possibilità :

1) Se lavora in libera professione, vi tranquillizzerà, dandovi ulteriori antibiotici ed antiinfiammatori e dopo una banale palpazione alla prostata (come se avesse un dito bionico) vi dirà : Siamo sulla buona strada : E Vai con ciproxin, permixon, topster, etc etc.

Costo della visita ? 150 euro ad andare bene

2)Se lavora in una azienda statale, non c'e' problema! Avete bisogno dello psicologo... Nella migliore delle ipotesi non ci vai perché ritieni di avere la prostatite e che il problema sia la prostatite stessa, non il tuo cervello. Se eroicamentee vai poi dallo psicologo e dopo un anno di strizzacervelli la prostatite è sempre li magari peggiorata... ritorni nuovamente dall'andrologo.... In pratica il gatto che si morde la coda!

 

Prostatite sintomi : una breve panoramica


Per quanto riguarda la sintomatologia della prostatite, essa si può manifestare nei modi più subdoli, o, altre volte, ci si accorge di avere la prostatite per vie traverse (o meglio, ci si accorge di avere la prostatite solo dopo alcuni esami, poiché, avendo avuto disturbi erettivi, di libido, di eiaculazione precoce, di minzione frequente, problemi di infertilità...vi siete rivolti ad un urologo, vero?).


I casi più frequenti che ho avuto modo di constatare sono :

a) Sensazione di sleep stretti

b) Fastidio forte perineale (spesso localizzato tra l'anca e il testicolo sinistro, che ti dà la sensazione di un corpo estraneo che ti tira fortissimo, impedendoti di stare seduto per tante ore)

c) Fastidio nella zona rivolta verso l'osso sacro, dalla colonna vertebrale fino alla sciatica

d) Minzione frequente, a volte frequentissima (che spesso ti obbliga a svegliarti la notte per andare in bagno)

e) Disturbi di colon, intestino (colite, gastrite, stitichezza ,malassorbimento) e bruciore nella minzione.

f) Ematuria (presenza di sangue nelle urine, fortunatamente più rara)

g)urina maleodorante

h)forte diminuzione della libido (che può portare ad eiaculazione precoce e dolorosa, deficit erettivi fino alla impotenza)

Questi sono certamente i sintomi classici che portano l'urologo serio a sospettare la prostatite. E' probabile che poi ci possa essere associato il varicocele, ma, secondo l'opinione diffusa, è probabile che quest'ultimo sia la conseguenza della prostatite, per cui, gioco forza, la cosa più importante da fare è quella di operare il varicocele, laddove ce ne fosse bisogno, dopo avere affrontato la prostatite!

Come dicevo all'inizio, si può avere la prostatite senza avere una sintomatologia particolare, ma in caso di manifestazioni tipo : eiaculazione precoce, deficit erettivi, diminuzione della libido, è molto probabile che la vostra prostata non fa il proprio dovere.


Cause della prostatite

L'errore più comune che si fa è quello di associare la prostatite ad una infiammazione batterica trasmessa a carattere sessuale.
Mentre ciò lo è nel caso di prostatite blenorragica ( infezione da gonorrea),abbastanza rara, diciamo che, statisticamente, la prostatite NON SI TRASMETTE a causa di un rapporto sessuale ( o meglio, è la causa più improbabile).
Molte persone avevano usato fino ad allora sempre precauzioni e due ragazzi che mi hanno scritto,, addirittura, non avevano ancora avuto rapporti sessuali.
L' esperienza mi porta a dire che la prostatite è quasi sempre associata a :
Disordini alimentari, che portano, a loro volta, ad avere un cattivo rapporto con l'intestino e colon (stitichezza, malassorbimento, sindrome del colon irritabile, ragadi anali ed emorroidi)
Una certa predisposizione all' ansia, che localizza nella "zona bassa" un insieme di stress e situazioni difficili
Eccessivo utilizzo di integratori non biodispinibili che sovraccaricano la prostata : leggere a tal proposito il seguente link
http://www.francescosatta.it/prodotti/biodisponibilita.pdf


Alopecia : esistono degli studi che hanno riscontrato una analogia tra alopecia e prostatite. Sembrerebbe che le persone che hanno un eccesso di Dht (il metabolita attivo del testosterone) abbiano una predisposizione alla caduta dei capelli(i bulbi piliferi sono molto sensibili a tale metabolita) e alla possibilità di infiammazioni alla prostata. Gli studi al momento sono in fase ancora embrionale, purtuttavia, a livello empirico, per patologia prostatiche(soprattutto ipertrofia prostatica), vengono spesso prescritti farmaci con estratti di serenoa repens o la finasteride . Dall'utilizzo dello stesso in tanti hanno avuto ottimi risultati sul fronte alopecia(meno per i fastidi prostatici in riferimento alla finasteride)  da cui l'utilizzo successivo della finasteride per l'alopecia androgenetica.

 

Conseguenze della prostatite

 

 



Sono direttamente correlate alle cause, cioé, quello che si è detto prima:

 

Eiaculazione precoce

Difficoltà a mantenere l'erezione fino alla impotenza sessuale(incapacità a raggiungere un erezione completa e impotenza )

Sterilità (valutare con il medico lo spermiogramma)

Fastidi ai testicoli

Bruciore nella minzione

Fastidio perineale

Glande arrossato

Prostatite e balanopostite : le due problematiche sono spesso collegate fra loro.

........................................

Se la prostatite viene affrontata correttamente, risolvendola, elimineremo tutte queste manifestazioni e soprattutto, la prostatite sarà solo un brutto ricordo

 

Possibili rimedi alla prostatite : dalla Sat terapia alle infiltrazioni intra prostatiche fino ai rimedi e alle cure naturali

Per quanto riguarda il modo di affrontare la prostatite, diciamo subito che ogni medico ha la sua formazione,o, come direbbe qualcuno, la sua "deformazione professionale"

In molti casi gli specialisti bombardano il paziente con dosi massicce di antibiotici e antiinfiammatori (specialmente gli anti androgeni) che portano spesso l'ammalato in una situazione di sconforto fino ad arrivare a pensare che la prostatite sia risolta ma che , se i sintomi ci sono, allora significa che il problema è nella tua testa.

Navigando su internet avrete modo di trovare il sito del Guercini, che pratica le infiltazioni alla prostata. Dai commenti di alcuni suoi ex pazienti che hanno lasciato in varie news group i risultati sarebbero poco incoraggianti (e comunque ciò non significa che i risultati non li ottenga). Tra le altre cose, è il clinical evidence del ministro Sirchia, inviato ai medici di tutta Italia, che dice chiaramente come non esiste, a tutt'oggi, nessuno studio che dimostri l'efficacia delle infiltrazioni alla prostata nella risoluzione della stessa.

Poi c'e' il sito di Rando. Niente da dire sulle risposte che da in tempi veloci nel suo sito, ma, a tutt'oggi non conosco nessuno che con la Sat terapia sia guarito o, almeno, abbia avuto dei miglioramenti (cio' non toglie, anche in questo caso, che ci siano, sia chiaro). Tenere peraltro conto del fatto che tra visita ed esami si arriva a spendere tranquillamente 2500 euro, e che il protocollo di cura costa circa 200 euro al mese.

Esistono al momento diversi possibili rimedi alla prostatite : rinvio in questo caso all'articolo sui fastidi prostatici e possibile cure alternative.

Insomma un bel rebus : mi trovo difronte ad un incrocio con tantissime strade....quale sarà la migliore????

Il percorso nutrizionale per prostatite da me suggerito :il percorso di FrancescoSatta.it. La guida definitiva

E'frutto di anni di studio e di esperienza personale avendo io stesso avuto la prostatite. Ho creato una guida semplice da seguire,muovendo dalla convinzione che sia importante fare poche cose per bene, che tante ,complicate, e spesso fatte male o non corrette. Il feedback non ha attualmente uguali nel panorama delle problematiche prostatiche, se pensiamo che oggi la percentuale di miglioramento nei percorsi che riguardano le patologie prostatiche non supera un ottimistico 30%, io posso vantare percentuali che superano il 90% di persone che oggi stanno bene. E' l'unico sito oggi esistente , che vanta oltre 1000 feedback positivi : leggete subito :

www.francescosatta.it/guestbook.html

Il percorso lavora con i suggerimenti nutrizionali e con gli integratori nutrizionali . Il percorso  comprende :

a)Invio del questionario per impostare il percorso più adatto alla specifica situazione
b)Schema del percorso e guida alimentare
c)esercizi di respirazione per rilassare il pavimento pelvico
d)invio degli integratori nutrizionali suggeriti

Continua la promozione consulenza gratuita : si paga solo il costo degli integratori e la guida viene inviata gratuitamente!

La prostata e le sue problematiche sono un argomento molto importante ma anche complesso e difficile da approfondire autonomamente. Ecco perché la mia guida è utile : vi aiuta a capire come mai ad un certo punto la prostata comincia a non funzionare più come dovrebbe. Approfondirete l'importanza degli antiossidanti e delle fibre, il ruolo dello stress e l'importanza di un colon e di un intestino sano. Insomma ciò che serve per una prostata sana e per godere di una rinnovata vitalità. La guida vi aiuterà a :

a)Depurare e rafforza gli organi vitali in particolare colon, intestino e prostata

b)Ridurre drasticamente la possibilità di ammalarsi riequilibrando il ph cellulare

c)Migliorare la vita sessuale e diventare più forti fisicamente e mentalmente

d)Godere di una rinnovata vitalità

 


Statisticamente già dopo 20 giorni si hanno ottime risposte. Successivamente ai miglioramenti, si valuta come intervenire per ottimizzare il percorso!

Perché consulenza gratuita ?Il mio lavoro non ha uguali nel panorama europeo : oltre 1200 feedback (la cui veridicità è dimostrata dall'indirizzo ip). Il sito è on line dal 1999 e il primo aggiornamento della guestbook risale al 2003! Con questi risultati avrei potuto fare pagare la consulenza ma....probabilmente molte persone non avrebbero iniziato il percorso . Gli integratori sono della Gnld, società leader nella integrazione nutrizionale, che nasce in America nel 1958 e presente dal 1973 in Italia. In fondo gli integratori devi comunque pagarli (sia che vai in farmacia o erboristeria) per cui : affidatevi al professionista che fa questo lavoro dal 1999. Il mio obiettivo è quello di fare stare bene il maggiore numero di persone e fare stare bene tutti,  e aumentare in modo esponenziale le storie vincenti che potrete leggere nella guestbook (l'immagine al centro che trovate alla fine della pagine). Non esiste altro lavoro con gli stessi risultati da me dimostrabili. Se sei arrivato fino a qua significa che hai la prostatite e che probabilmente  hai già speso tanti soldi inutilmente... e soprattutto : stai cercando una soluzione per potere stare finalmente bene e sconfiggere la prostatite . L'hai trovata : contattami al 328/7433847 (dalle 18.00 alle 19.00), oppure scrivimi su Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

A seguito dell'utilizzo scorretto da parte di alcuni siti, si precisa che non esiste nessun programma gnld autorizzato dalla società in tema di prostatite. I risultati che leggete nella mia guestbook sono riferibilili esclusivamente ai suggerimenti nutrizionali  che di volta in volta vengono dati attraverso il mio sito.

Last but not least, tutto ebbe inizio da....

http://www.francescosatta.it/5.htm

mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
cell : 328/7433847

 

Francesco Satta si occupa anche di:

 


Avvertenze

Non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi.
Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente.
Le informazioni pubblicate nel sito, laddove non sia indicato in altro modo, sono di proprietà del sito francescosatta.it, di conseguenza possono essere utilizzate solo previa autorizzazione esplicita oppure citandone la fonte".