Gordon Link

Il Portale dell Alimentazione e della Salute dal 1999

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home tumore alla prostata cure alternative

tumore alla prostata cure naturali, cancro alla prostata che fare, tumore alla prostata cure alternative, rimedi naturali, guarire tumore prostata, tumore prostata biopsia prostatica, psa

E-mail Stampa PDF

Tumore Alla Prostata: che fare?


Il Tumore alla Prostata ovvero: il Terrore del Maschio

La prostata è una ghiandola che, sebbene piccola, è di vitale importanza nella salute maschile. É vitale per una buona vita sessuale e per la propria masculinità. La patologie legate alla prostata sono solo maschili, visto che le donne non hanno la prostata, ragione per cui tutte le problematiche legate alla ghiandola rappresentano il terrore della popolazione maschile, proprio per le indubbie conseguenze che un non corretto funzionamento della ghiandola stessa vanno a rappresentare nella vita degli uomini : erezione, libido, durata della erezione, eiaculazione e fastidi nella stessa (dolore nella eiaculazione, eiaculazione retrogata, emospermia), minzione (fino ad arrivare ai blocchi urinari con obbligo del catetere), minzione frequente o frequentissima, senso di incompleto svuotamento vescicale, minzione debole etc..

Buona parte di questo argomento lo trattiamo nella pagina relativa alla prostatite. Su sollecitazione di molti di voi, che mi avete contattato relativamente alla possibilità di rimedi alternativi in caso della funesta diagnosi di tumore alla prostata, tratto dell'argomento illustrandovi lo stato dell'arte su come generalmente si arriva alla diagnosi e su quali sono, ad oggi, le possibili soluzioni proposte.


Il PSA come "termometro della prostata"

Capita sovente che persone, comprese quelle che godono di ottima salute, superati i 50 anni, su indicazione del medico, si sottopongano al classico esame del psa. E' un esame "relativamente" nuovo che misura i valori ematici dell'agente che riduce la densità dello sperma al momento della eiaculazione per aumentare la velocità degli spermatozoi: tanto più è alto questo valore, tanto più si riduce la densità dello sperma e la velocità degli spermatozoi. Tale esame viene utilizzato soprattutto in corso di ipertrofia prostatica ed è tenuto in seria considerazione da noi maschietti anche perché un incremento dello stesso è associato nella migliore delle ipotesi alla eiaculazione retrogada, nella peggiore al tumore alla prostata. Infatti il valore del psa dipende sia dalla prostata ma anche da eventuali cellule tumorali al suo interno. Un valore normale è tra 0 e 4.


Psa elevato e tumore alla prostata

Un psa elevato suggerisce, nella letteratura medica, un possibile tumore alla prostata per cui il passo successivo che viene proposto è la biopsia prostatica. In pratica si inserisce nel retto una sonda a ultrasuoni e su uno schermo si vede l'immagine della prostata, dopo viene inserito un ago lungo e sottile che, guidato dal medico, lo punta nei punti sospetti dal quale vengono prelevate alcune cellule. A seconda della indagine, si può arrivare a prendere fino a 50 campioni di tessuto seppure, spesso, ne bastino due o tre. A questo punto bisogna aspettare gli esami : anche qui, nella migliore delle ipotesi, auspicabile, potrebbe essere confermata una ipertrofia della prostata, da tenere sotto controllo e valutare come intervenire, nella peggiore delle situazioni potrebbe essere diagnosticato il tumore alla prostata. Viene utilizzata una scala, chiamata scala di Gleason che valuta il valore della aggressività del tumore entro una scala da 1 a 10.
In caso di conferma di tumore alla prostata, le brutte notizie non finiscono qui visto che, come dice il vecchio adagio, al peggio non c'e' mai fine. C'e' infatti la possibilità che il tumore non sia localizzato nella sola prostata, ma che lo stesso si sia sviluppato in altre parti del corpo per cui, se si sono formate altre metastasi in altre parte del corpo, bisogna mettersi una mano nel cuore, e l'altro nella coscienza, e sperare (e gridare) al miracolo. In questi casi paventati dal medico, dopo scintigrafia ossea e tac, in caso di conferma del solo "tumore alla prostata" spesso la stessa viene salutata dal povero ammalato come una buona notizia. Questo viene descritto, parafrasando ovviamente quanto ora accennato, da Daniel Goleman nella sua opera più famosa "Intelligenza Emotiva": in pratica racconta di come, nei reparti di oncologia, malati di tumore trovassero "sollievo" dalla loro situazione osservando persone che, con lo stesso problema, avessero conseguenze nefaste causate dal tumore ancora peggiori...del tipo : sto male ancora riesco a camminare con le mie forze senza ricorrere alla sedia a rotelle...


Tumore alla prostata e possibili interventi

L'intervento principe è quello chirurgico. Molti uomini, difronte ad una diagnosi come questa, si sentono frastornati, impreparati, impauriti e l'operazione chirurgica viene descritta come un salvavita : lei ha un cancro, se non si interviene subito lei morirà". A questo punto i possibili effetti collaterali, diventare impotenti, incontinenti, paiono come i mali minori. In questo caso si firma il modulo di assenso informativo con la speranza che l'incubo finisca in fretta. 

Fortunatamente oggi siamo nell'era di internet: il paziente legge , si informa, studia le percentuali di successo, il rapporto costi benefici, si confronta e...valuta. L'opinione diffusa , infatti, è che il tumore alla prostata ha di solito una crescita lenta e non sempre è così urgente rimuoverlo. Anzi : la tendenza della classica medica recente semmai è quella che, anche in caso di conferma di tumore, in certi casi ci siano più rischi nel fare l'intervento e lavorare semmai in modo diverso con rimedi alternativi. Una alternativa è rappresentata dalle radiazioni. E' una classica alternativa all'intervento : i raggi puntati direttamente alla prostata dovrebbero debellare il tumore e il rischio di effetti collaterali (impotenza, eiaculazione retrogada, incontinenza) è stimata intorno al 20% . Una ulteriore evoluzione di questa tecnica è la radiazione interna a semi. Invece di inondare tutta la prostata con radiazioni che rischiano di danneggiare i tessuti circostanti, si inseriscono nella ghiandola minuscole capsule radioattive (semi) che, controllate da un computer, dovrebbero letteralmente uccidere il cancro alla prostata.


Tumore alla prostata e possibili rimedi naturali

Come dicevo inizialmente è opinione diffusa che il tumore alla prostata, laddove confermato, ha una crescita lenta e non sempre è così urgente rimuoverlo. Questo può portare il malato, ad affrontare di petto la situazione e a documentarsi e leggere e farsi una idea. Laddove l'intervento venga programmato ad esempio, dopo 6 mesi dalla diagnosi, questo può portare l'ammalato a tentare rimedi naturali. 

Le malattie , spesso, sono segnali che ci indicano di cambiare le nostre abitudini e che magari ci dicono che ci trascuriamo troppo : stress, poco riposo e che magari non espelliamo adeguatamente le nostre tossine : come mi piace dire nel questionario che invio a chi mi contatta la prima volta, mente e corpo viaggiano insieme. 

Nella mia esperienza decennale, e leggendo le esperienze di chi è guarito dal tumore in modo naturale, ci sono alcuni elementi ricorrenti che vi indico: 
L'importanza della salute del colon: se lo stesso non è sano, è opinione diffusa che qualsiasi percorso rischia di fallire in quanto gli elementi nutritivi non vengono ben assimilati e le tossine non vengono correttamente espulse. 

Se il colon non è sano difficilmente lo sarà l'intestino per cui la prostata, che si trova nelle immediate vicinanze, costituisce un facile bersaglio delle sostanza tossiche. 

Attenzione alla insulina: l'insulina è un ormone proteico, prodotto dalle cosiddette cellule beta isole di Langerhans, all'interno del pancreas. La produzione eccessiva di insulina è legato ad un esagerato consumo di zuccheri (i famosi picchi glicemici ) che stimolano la produzione di eicosanoidi nocivi come le prostaglandine e i leucotrieni, che hanno una azione infiammatoria. Allo scopo sono utili i suggerimenti nutrizionali che invio insieme agli integratori da me suggeriti sulla base delle informazione che emergono dal questionario che invio a chi i contatta. 

Seguire le indicazioni della OMS sulla piramide alimentare : ormai molti studi si concentrano sul ruolo protettivo dei carotenodi, dei flavonoidi, dei fitosteroli che, nella normale alimentazione spesso sono cronicamente carenti. 

Il corpo deve restare pulito e sano : è inutile prendere integratori a caso se non si rispettano le regole delle buone abitudini alimentari e della salute fisica. 

Per approfondimenti l'invito è ovviamente di contattarmi al 3287433847 dalle 18.00 alle 19.00.

 

Alcune testimonianze di chi ha seguito il percorso :

Annaloro: Ipertrofia Prostatica e psa 7.31         IP: 93.40.138.247

Buongiorno Francesco, le devo dare una notizia,ieri sera mio marito ha riportato le analisi che gli sono state fatte al lavoro,controllando tutti i valori,abbiamo constatato che il PSA da 7.3 è sceso a 5.31,quello frazionato da 0.80 a 0.55- il colesterolo da 200 a 176 che dire di più,andiamo avanti ancora più fiduciosi, La ringraziamo tanto un caro saluto Annaloro A.. Autorizzo Francesco alla pubblicazione della mail in quanto non sono riuscita a pubblicarla direttamente dalla guestbook.

Lunedì 23 Dicembre 2013

FABIO ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ): MI CHIEDO IL PERCHE' ??         IP: 95.238.54.151

Ho il dovere di ringraziare FRANCESCO, per avermi fatto tornare il sorriso perso da tempo a causa di una prostatite cronica. Sono ormai al terzo ciclo di di assunzione di integratori alimentari, la mia situazione è stabile e sono tornato alla mia vita normale. Ho seguito alla lettera i suoi consigli, e sono arrivato dove nessun medico o urologo mi ha portato. Dopo un inizio con terapia antibiotica e altri farmaci, che non hanno portato miglioramenti, mi sono rivolto a Francesco, ed eccomi qua a portarvi la mia testimonianza di guarigione !!! NON DIFFIDATE di Francesco solo perchè esprime il desiderio di dare una consulenza GRATUITA. Vero molto strano al giorno d'oggi, in una società sola legata al denaro. FRANCESCO, per la mia esperienza è una persona COMPETENTE, SERIA, DISPONIBILE. Se non volete perdere l'occasione di guarire affidatevi a LUI. Grazie Francesco

Lunedì 16 Dicembre 2013

carlos ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ): aggiornamento 1 mese         IP: 87.2.81.197

Ciao a tutti dopo un mese circa di cura sto notando miglioramenti su vari sintomi , ad esempio avevo prurito e dei puntini rossi sul glande adesso spariti, l'eiaculazione di cui soffrivo da parecchio e' sensibilmente migliorata, vari episodi di colite stanno scomparendo . Contattero' Francesco per il proseguimento della cura fiducioso contro questa maledetta prostatite.

Sabato 14 Dicembre 2013

 

Pasquale
pholo88@******.it
- 21:58 - da host92-208-dynamic.104-80-r.retail.telecomitalia.it
Un saluto a tutti voi! Sono Pasquale, età cinquantatré. Dopo aver testato la mia prima tappa di questo percorso, lascio la mia testimonianza. Dalle analisi fatte nei primi giorni febbraio, fù un valore dello PSA di 5.58 che mi allertò (dato abbastanza preoccupante) Anche il colesterolo totale fuori dai parametri con valore 2.36. Dopo aver consultato il mio medico, mi prescrisse; ecografia trans rettale, visita dall’urologo, ecc... Facendo una ricerca nel web mi sono imbattuto nel sito di Francesco Satta. Per questo dopo aver letto le vostre testimonianze e valutando il mio problema (noto anche a molti di voi), decisi di affidarmi al suggerimento del percorso di Francesco. Ho iniziato con la DIETA COMBINATA (importantissima) e l’assunzione di integratori. A distanza di quasi tre mesi dopo aver eseguito con una buona costanza il fiducioso percorso, la scorsa settimana ho ripetuto le analisi. Leggendo il rapporto degli esami si nota un netto miglioramento dello PSA sceso da 5.58 a 2.69 un risultato eccezionale!! Solo in tre mesi. Anche il colesterolo totale e sceso da 236 a 214. Negli ultimi dieci anni ricordo che non é mai sceso sotto di 236, se ben ricordo una volta arrivo anche oltre 290. I risultati sono evidenti continuerò questo percorso per migliorare, anche fisicamente mi sento molto meglio. Tutto questo è anche merito di Francesco una persona seria, preparata e disponibile. Grazie Francesco . Sono molto fiducioso per il futuro, per chi avesse dei dubbi, suggerisco questa è la rotta giusta. Saluti a tutti e grazie di cuore Francesco.

 

GIAN MATTIA 9 - 08:57 - da host143-185-static.91-82-b.business.telecomitalia.it
LASCIA STARE GLI ANTIBIOTICI LI HO FATTI PER TRE ANNI SENZA RISULTATI,SEGUI FRANCESCO IO LO FACCIO DA 5 MESI E HO OTTENUTO MOLTI PIU RISULTATI DI PRIMA FIDATI
yuri - 20:41 - da host136-180-dynamic.21-87-r.retail.telecomitalia.it
Da diversi mesi seguo i consigli di Francesco i risultati ci sono e continuerò a seguire le sue indicazioni sempre cordiale e disponibile.La cura funziona e i problemi iniziali ora sono un brutto ricordo.


claudio
cinquantottesimastrada@*******.com
- 20:49 - da adsl-ull-42-238.41-151.net24.it
Aggiorno molto volentieri il guestbook di Francesco allo scopo che , chi come il sottoscritto alcuni mesi or sono, iniziava anche con un po’ di scetticismo questa avventura con le cure che Francesco sapientemente ha saputo calibrare durante questi mesi,possa ricevere una iniezione di fiducia speranza e ottimismo.
Così come avevo già esplicitato in passato venendo fuori da una esperienza che come prostatici ci accomuna,dovendo sopportare l’incapacità e la mediocrità di questa classe di medici inetti e superficiali che è si attenta al vile denaro più che ai nostri problemi, la cura funziona e anche molto bene.Credo che alla vergogna di questi signori,Francesco è riuscito a dare scacco con l’indicazione dei suoi prodotti.
Volevo concludere condividendo la mia piena soddisfazione ai risultati che sto ottenendo.
Oltre ai valori del PSA che mi preoccupavano, ma sono in ritirata, è migliorata in toto la sintomatologia che è a noi ben nota,sia sotto la sfera sessuale che psicologica.
Assolutamente un vero successo che si ottiene avendo costanza,fiducia e determinazione.
Grazie FRANCESCO anche a nome della mia famiglia che come immagini condivide con me questi momenti

.Visita


mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
cell : 328/7433847

Ultimo aggiornamento Domenica 29 Dicembre 2013 16:29  


Avvertenze

Non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi.
Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente.
Le informazioni pubblicate nel sito, laddove non sia indicato in altro modo, sono di proprietà del sito francescosatta.it, di conseguenza possono essere utilizzate solo previa autorizzazione esplicita oppure citandone la fonte".